Poesia

Di mio padre

Lako

Di mio padre ricordo:
1- La pioggia.
2- L’odore di tabacco.
3- I passi lenti seguiti dal ticchettio delle chiavi, mentre apriva la porta di casa.
4- Il modo in cui, a modo suo, beveva il caffè, con le gambe accavallate. La sinistra sopra la destra, sempre.
5- Le nocche dei pugni di entrambe le mani quando mi colpivano la mascella, gli zigomi, la fronte, la schiena, le braccia, le ginocchia, le gambe, le costole come una pioggia martellante sopra il mio corpo gracile.
6- Il puzzo di alcol e di veleno che sprigionava la sua bocca quando mi sputava addosso dandomi della “Lurida Puttana”. Avevo sette anni.
7- Le sue inutili parole di dolcezza mentre la cirrosi lo stava facendo scoppiare in ospedale.
8- Il rumore della terra mentre cadeva sulla sua bara di legno color opaco.
Di mio padre ricordo:
1- Non ho mai avuto un padre.
Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Tags
Mostra di più

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Adblock rilevato

Per favore supportaci disattivando il tuo blocco di annunci